Napoli Basket fermo al palo

Nulla da fare il Cuore Basket Napoli perde di nuovo  in casa contro  Reggio Calabria per 64 a 74 e chiude il girone di andata malinconicamente all’ultimo posto con 4 punti a sei lunghezze dalla salvezza.

Priva di Basabe infortunato che non si è allenato nel corso della settimana e con Vangelov e Sorrentino a mezzo servizio, la squadra azzurra  ha tenuto testa ai più quotati avversari calabresi chiudendo in vantaggio il primo tempo.

Tra le note positive da segnalare l’esordio da inizio stagione di Guglielmo Caruso che ha realizzato 16 punti ed il rientro dell’altro americano Kerry Carter autore di 19 punti.

Continua la striscia negativa di una squadra che non riesce ad uscire dalla crisi ed esordisce nel nuovo anno nello stesso modo in cui aveva chiuso il 2017.

Attenuanti non ve ne sono, e non bastano certo le assenze o le condizioni precarie di alcuni giocatori.

Al giro di boa la situazione in casa azzurra non è delle migliori soprattutto sul piano del morale e solo inanellando una striscia vincente la situazione da questo punto di vista può migliorare.

Il pubblico è da inizio stagione che segue con grande entusiasmo l’esordio tra i professionisti della neo promossa Generazione Vincente Cuore Napoli Basket ed ovviamente non può certamente essere felice che la squadra  partenopea si trovi in grande difficoltà

Sabato al Palazzetto dello sport di Roma comincia il girone di ritorno, Carter e compagni saranno attesi dalle Leonis Roma che precede i napoletani di sei punti .

La squadra capitolina fu la prima avversaria in campionato ed espugnò facilmente il Palabarbuto grazie anche alle numerose assenze in casa azzurra.

Senza alibi e con la squadra consapevole di trovarsi in un momento davvero difficile il Cuore Napoli Basket dovrà d ‘ora in poi tenere fede al proprio nome se vorrà davvero provare a raggiungere quello che rappresenterebbe l obiettivo massimo al primo anni di serie A2.

La salvezza diretta o passando per i rischiosi  play out deve rappresentare un ostacolo certamente duro ma raggiungibile per una piazza come Napoli da troppo tempo assente nel basket che conta.

Nel corso della partita giocata contro Reggio Calabria, la compagine di coach Aldo  Russo ha ben figurato nella prima parte dell’incontro per poi  subire  un calo di concentrazione e di attenzione nella seconda parte.

Sembra ormai un lei motiv ormai ed il Cuore Napoli Basket è padrona del proprio destino.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com