Partenze ed arrivi in casa Napoli Basket

Dopo la rescissione con Carter della settimana scorsa va via anche l’altro americano Melshan Basabe arrivato a Napoli a campionato in corso.
Inadempienza contrattuale da parte dell’atleta statunitense questa la motivazione ufficiale in una nota della società partenopea.
Basabe non si è presentato negli ultimi allenamenti senza alcuna comunicazione ne preavviso agli addetti ai lavori.
La Seleco Cuore Basket Napoli registra comunque anche un altro arrivo dopo quello della scorsa settimana con il croato Marco Car da registrare la firma del playmaker statunitense di passaporto ungherese Jermaine Thomas 34 anni compiuti lo scorso 14 gennaio alto 1,87 per 88 kg con esperienze in Ungheria,Austria ,Spagna e Montenegro.
Sicuro per la trasferta di Latina prossimo avversario domenica prossima alle 18 l’esordio di Thomas.
Inizio anno dunque molto movimentato in casa Cuore Basket, due rescissioni contrattuali (Carter e Sorrentino) e l’ultima appena citata dell’altro statunitense per ragioni diverse.
Due arrivi freschi quali quelli del croato Car per cui si aspetta il perfezionamento burocratico e dell’americano Thomas.
Esperienza e dinamismo,classe e tecnica queste le caratteristiche del nuovo arrivato che ha mostrato subito entusiasmo e motivazione nel venire a giocare a stagione in corso nel tentativo ancora possibile di salvare la squadra.
“Il calore riscontrato a Napoli e l’entusiasmo mi hanno convinto a scegliere l’Italia e la serie A2″queste le prime parole del neo azzurro che giocherà con la maglia numero 23″ farò di tutto per contribuire a raggiungere la salvezza con il Cuore Napoli sono impaziente di esordire”.
Entusiasti il presidente del club Ciro Ruggiero ed il direttore generale Antimo Lubrano che hanno apprezzato molto le qualità sia tecniche che umane di Thomas che nonostante le 12 ore di volo si è messo subito al servizio della squadra ed il suo contributo potrà davvero risultare decisivo poichè negli ultimi anni si è distinto anche in termini di punti segnati con una media di 16 a partita che aggiunti ai circa 20 del croato Car potrebbero davvero trasformarsi in oro colato.
Non è da escludere un ulteriore acquisto nei prossimi giorni che potrebbe dare l’assetto definitivo all’idea di gioco di coach Bartocci .
Difesa dura e gioco veloce, il coach casertano crede nella salvezza e la ritiene possibile a condizione che tutta la squadra compia il proprio dovere.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com