La Pallacanestro Trapani batte il Cuore Napoli Basket 86-74 e ritrova la vittoria

La Pallacanestro Trapani si impone, sul finire dei quaranta minuti, sul Cuore Napoli Basket e fa suo il bottino in palio. Finisce 86-74.

La Lighthouse torna a vincere dopo cinque sconfitte consecutive. La ventesima giornata del campionato di Serie A2 la vedeva fronteggiare il fanalino di coda.

Una partita equilibrata tra Trapani e Napoli. La squadra partenopea ha tenuto testa ai granata. Squadre sempre punto a punto, con i campani che si sono talvolta anche portati avanti, se pur di solo qualche lunghezza.
A fare la differenza nel finale la perfezione dai 6.75 di Brandon Jefferson. Dopo una prestazione “anonima” l’USA granata sul finire del match, segnando tre triple pone la parola fine alla sfida.

Trapani torna a vincere. Auspicando, che aver conseguito questi due punti, aiuti la squadra granata a livello emotivo nella ricerca della continuità. La Lighthouse, torna subito a lavoro, domenica infatti sarà impegnata sul campo della NPC Rieti.

Di seguito, un estratto delle dichiarazioni rilasciate dai due allenatori in conferenza stampa al termine della sfida.

Ugo Ducarello (Coach Lighthouse Trapani): “Fin da quando siamo rientrati da Roma sapevamo quanto sarebbe stata difficile questa partita, nonostante Napoli sia ultima in classifica. In settimana abbiamo cercato di caricare mentalmente la squadra ma nei primi 30’ non siamo riusciti ad imprimere il ritmo che volevamo. Sono due punti fondamentali perché ci danno un po’ di serenità ma la squadra non sta attraversando un momento di freschezza atletica e, in particolare, devo ringraziare Renzi e Perry che hanno giocato nonostante fino all’ultimo fossero a rischio partita”.

Maurizio Bartocci (coach Cuore Basket Napoli): “Senza Nikolic e Mastroianni, entrambi nello spot di 4, abbiamo fatto di necessità virtù ed abbiamo giocato anche bene. In un finale punto a punto, un fischio in più o in meno può fare la differenza ma in ogni caso abbiamo fatto il nostro nonostante, date le rotazioni ridotti, abbiamo avuto qualche difficoltà nel mantenere alta l’intensità. Sono però convinto che questa sia la strada giusta e tutti stanno capendo cosa devono fare in campo”.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com