Cuore Basket Napoli con un piede in serie B

Brutta sconfitta senza attenuanti del Cuore Basket Napoli che a Roma contro la Virtus perde nettamente 93 a 68 per mano di una possibile diretta concorrente nella lotta alla salvezza attraverso i play out.
Squadra da bocciare senza appello, netto passo indietro nel gioco e soprattutto nel’approccio mentale alla partita da parte della squadra di coach Bartocci.
I 25 punti di distacco la dicono lunga circa il divario tra le due squadre.
Fino a metà partita il distacco viaggiava sui 15 punti ma l’atteggiamento in campo dei giocatori in canottiera azzurra è stato davvero indecoroso poichè già dall’inizio del match si evidenziava un approccio rassegnato in una partita troppo importante che avrebbe permesso in caso di vittoria un avvicinamento ai romani alimentando le speranze di salvezza non molto elevate a dire il vero.
Non basta come attenuante l’infortunio al ginocchio di Thomas già dal secondo quarto ne la scarsa vena di Turner.
Duole dirlo ma la compagine partenopea sta meritando la classifica attuale(ultimo post con sei punti) con il distacco che aumenta verso la penultima piazza utile per i play out.
La trasferta nella capitale dove a rappresentare lo spartiacque con la crisi di risultati che attanaglia la squadra da inizio stagione e non sono bastati finora il doppio cambio tecnico ed il cambio degli americani.
Il problema che si è evidenziato finora è stato quello dell’approccio alle partite .
Un alternanza irritante senza riuscire a dare un seguito ai tre soli successi ottenuti finora sempre in casa mostrando a volte del gioco all’altezza della categoria con altre partite il cui atteggiamento è stato davvero discutibile. La giovane età e la mancanza di esperienza di categoria hanno prevalso finora nel comportamento di Maggio e compagni ed il coach Bartocci sembra davvero impotente contro questa netta involuzione tecnica .
Il pubblico sempre vicino finora alla squadra ha cercato sempre di spronare i propri beniamini ma sembra legittima una certa rassegnazione nell’ambiente azzurro .
Sarebbe ancora più grave se tale scoramento misto a rassegnazione pervadesse lo stato d’animo dei giocatori.
Fallito il primo match ball contro la Virtus Roma alla squadra azzurra viene incontro il calendario con un doppio impegno casalingo contro Treviglio partita rinviata all’ 11 aprile causa convocazione nelle rispettive nazionali del bulgaro Vangelov e di Mattia Palumbo.
La partita avrebbe dovuto disputarsi domenica 25 febbraio al Palabarbuto.
Domenica 4 marzo è previsto il recupero della partita casalinga contro il Legnano nella giornata in cui era previsto un turno di riposo.
Sarebbe superfluo sottolineare l’ennesima match ball per cercare di raggiungere i play out ed è altrettanto lapalissiano sottolineare che in mancanza di due vittorie la retrocessione sarà inevitabile e meritata.
Non cerca attenuanti il coach Bartocci che nel dopo partita ha criticato con severità ed obiettività i suoi atleti scesi sul parquet senza testa giocando in balia di un avversario che ne ha evidenziato subito i punti deboli colpendo da ogni dove senza reazione alcuna.
Ormai il futuro del Cuore Basket Napoli si deciderà nella prossima partita quella in programma contro il Legnano e la settimana senza incontri ufficiali servirà per rimettere in ordine le idee assai confuse dei giocatori.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com