Tre addii in casa Cuore Basket Napoli

Tre partenze in casa Cuore Basket Napoli, in settimana hanno rescisso consensualmente i contratti con la squadra azzurra il capitano Roberto Maggio,classe 90 napoletano, uno Tre partenze in casa Cuore Basket Napoli, in settimana hanno rescisso consensualmente i contratti con la squadra azzurra il capitano Roberto Maggio,classe 90 napoletano, uno degli artefici della promozione in A2, il suo compagno il serbo Stefan Nikolic,classe 97, e Matteo Fioravanti tra i protagonisti nella scorsa stagione.
Rassegnazione,scoramento, aria di smobilitazione, il capitano che ha già vinto con Forlì ed appunto Napoli ottenendo due promozioni in A2 andrà a giocare a Piacenza in serie B dove cercherà la terza promozione consecutiva.
Troppo forte la volontà del giocatore di cambiare aria e le pressioni giunte dall’Emilia ed il presidente Ruggiero non ha potuto far altro che concedere il via libera al capitano artefice di tante battaglie.
Segnali non certo positivi questi in atto in casa azzurra,la posizione in classifica, ultimo posto e mancanza di reazione nonchè prove deludenti soprattutto nell’ultima partita a Roma un vero e proprio spareggio salvezza perso malamente di ben 25 punti senza alcuna attenuante.
Da l’addio anche Stefan Nikolic che giocherà nell’altro girone a Montegranaro al termine di una corte spietata da parte della squadra marchigiana.
Anche qui è prevalsa la volontà del giocatore di cambiare aria e la società ha acconsentito affinchè la volontà del giocatore fosse quella di voler andare via.
Domenica si recupererà l’incontro non giocato settimane fa al Palabarbuto dove sarà di scena il Legnano,compagine attrezzata per un posto nei play off.
Ormai la qualità dell’avversario non fondamentale poichè la squadra di coach Bartocci è vittima di sè stessa nonchè padrona del proprio destino.
Due partite da recuperare, oltre al Legnano la compagine azzurra dovrà recuperare l’11 aprile sempre in casa l’incontro non disputato domenica scorsa contro il Treviglio poichè tra le fila azzurra mancavano il bulgaro Vangelov convocato con la nazionale maggiore e Mattia Palumbo convocato con la nazionale di categoria.
Matteo Fioravanti aveva chiesto di andare via perchè voleva godere di un maggior minutaggio ed anche qui è prevalsa la volontà del giocatore .
Formula col doppio tesseramento, il forte giocatore classe 97 proveniente da Taranto in serie B ritorna in serie cadetta col Cento con cui giocherà la final eight di coppa italia di categoria tentando la promozione in A2 con i romagnoli.
La società del presidente Ruggiero in una nota ufficiale comunica che i tre atleti che hanno lasciato il Cuore Basket hanno espressamente chiesto di essere ceduti,dunque nessuna volontà da parte della società di privarsi del contributo degli stessi.
Sarà un occasione per poter aumentare il minutaggio dei titolari e dei giovani in forza alla squadra azzurra.
Solo la matematica permettono alla Generazione Vincente Cuore Napoli Basket di tenere alimentate le residue speranze di salvezza-degli artefici della promozione in A2, il suo compagno il serbo Stefan Nikolic,classe 97, e Matteo Fioravanti tra i protagonisti nella scorsa stagione.
Rassegnazione,scoramento, aria di smobilitazione, il capitano che ha già vinto con Forlì ed appunto Napoli ottenendo due promozioni in A2 andrà a giocare a Piacenza in serie B dove cercherà la terza promozione consecutiva.
Troppo forte la volontà del giocatore di cambiare aria e le pressioni giunte dall’Emilia ed il presidente Ruggiero non ha potuto far altro che concedere il via libera al capitano artefice di tante battaglie.
Segnali non certo positivi questi in atto in casa azzurra,la posizione in classifica, ultimo posto e mancanza di reazione nonchè prove deludenti soprattutto nell’ultima partita a Roma un vero e proprio spareggio salvezza perso malamente di ben 25 punti senza alcuna attenuante.
Da l’addio anche Stefan Nikolic che giocherà nell’altro girone a Montegranaro al termine di una corte spietata da parte della squadra marchigiana.
Anche qui è prevalsa la volontà del giocatore di cambiare aria e la società ha acconsentito affinchè la volontà del giocatore fosse quella di voler andare via.
Domenica si recupererà l’incontro non giocato settimane fa al Palabarbuto dove sarà di scena il Legnano,compagine attrezzata per un posto nei play off.
Ormai la qualità dell’avversario non fondamentale poichè la squadra di coach Bartocci è vittima di sè stessa nonchè padrona del proprio destino.
Due partite da recuperare, oltre al Legnano la compagine azzurra dovrà recuperare l’11 aprile sempre in casa l’incontro non disputato domenica scorsa contro il Treviglio poichè tra le fila azzurra mancavano il bulgaro Vangelov convocato con la nazionale maggiore e Mattia Palumbo convocato con la nazionale di categoria.
Matteo Fioravanti aveva chiesto di andare via perchè voleva godere di un maggior minutaggio ed anche qui è prevalsa la volontà del giocatore .
Formula col doppio tesseramento, il forte giocatore classe 97 proveniente da Taranto in serie B ritorna in serie cadetta col Cento con cui giocherà la final eight di coppa italia di categoria tentando la promozione in A2 con i romagnoli.
La società del presidente Ruggiero in una nota ufficiale comunica che i tre atleti che hanno lasciato il Cuore Basket hanno espressamente chiesto di essere ceduti,dunque nessuna volontà da parte della società di privarsi del contributo degli stessi.
Sarà un occasione per poter aumentare il minutaggio dei titolari e dei giovani in forza alla squadra azzurra.
Solo la matematica permettono alla Generazione Vincente Cuore Napoli Basket di tenere alimentate le residue speranze di salvezza-

 

In basso nella foto Matteo  Fioravanti

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com