Stadio Collana di Napoli sentenza sfavorevole del Consiglio di Stato

E’ di lunedi la sentenza del Consiglio di Stato che ha definitivamente assegnato la gestione per 16 anni dello Stadio Collana del quartiere Vomero a Napoli al consorzio Giano formato dagli ex calciatori napoletani Ciro Ferrara e Fabio Cannavaro e dal costruttore Paolo Pagliara.
Tradotto in termini burocratici allo stato delle cose i lavori di ristrutturazione in essere da diversi mesi per migliorare lo stato dell’impianto napoletano finanziati con fondi pubblici in vista delle Universiadi in programma nel 2019 a Napoli ed in altri comuni della Campania potrebbero fermarsi e mettere in forte dubbio l’utilizzo della struttura anche come sede di allenamenti per gli atleti partecipanti.
Da Palazzo san Giacomo la risposta non si è fatta attendere attraverso l’Assessore allo Sport ed agli impianti sportivi del Comune di Napoli, Ciro Borriello il quale ha chiesto alla Giano un incontro per definire alcuni punti cardine in merito all’eventuale gestione dell’impianto che resta pubblico ovvero di proprietà della Regione Campania la quale sta valutando quali passi intraprendere affinchè non venga inficiato il diritto allo sport per tutti.
Assessore Borriello qual’è la posizione del Comune verso la sentenza sfavorevole alle istituzioni?
“Anzitutto prendiamo atto della decisione del Consiglio di Stato ed abbiamo chiesto subito un incontro con i rappresentanti della società che si è aggiudicata la gestione per i prossimi 16 anni”risponde l’assessore- domani(giovedì) riceveremo la Giano aggiudicataria delle gestione per definire al meglio alcuni punti fondamentali( due priorità)come le ha definite Borriello.
In cosa consistono queste priorità Assessore ?
“La prima riguarda la salvaguardia ed il proseguimento delle attività sportive delle associazioni che operano da decenni al Collana,la seconda è quella di non far perdere la possibilità alla nostra città di non far perdere al Collana di essere inserito nell’elenco degli impianti che faranno parte delle Universiadi”risponde Borriello.
Coniugare il diritto a praticare sport in un impianto di proprietà pubblica(ricordiamo che è la Regione Campania) proprietaria dell’impianto a gestione pubblica fino alla chiusura della struttura avvenuta il 25 gennaio 2017.
Assessore qual’è stata la reazione della Regione all’indomani della sentenza?
“A tutt’oggi non sono a conoscenza di risposte ufficiali da parte dei proprietari del Collana”risponde Borriello- credo che in regione stiano valutando il da farsi e come regolarsi”afferma l’assessore allo sport -siamo fiduciosi che con la Giano si instaurerà un dialogo ed un rapporto nell’interesse della collettività” chiude Borriello.
Il Consiglio di Stato nelle sue decisioni salvaguardia sempre l’interesse pubblico fanno notare da Palazzo san Giacomo e dunque il privato dovrà coniugare l’aspetto pubblico e quello economico.
Il punto di equilibrio tra Palazzo san Giacomo ed il duo Cannavaro-Ferrara non sarà facile ma risulterà doveroso considerando l’enorme affluenza degli sportivi e la storia sportiva del Collana che necessita dei lavori che per fortuna sono già partiti da tempo.
Il timore di contenziosi che possano bloccare le attività allungandone i tempi di riapertura della struttura vomerese è dietro l’angolo ma sicuramente per entrambe le parti la manifestazione universitaria rappresenta un boccone troppo ghiotto per farsela sfuggire escludendo di fatto un impianto che al termine dei lavori diventerebbe un impianto moderno e dall’avanguardia.
Godono di una salute migliore gli altri impianti cittadini almeno dal punto di vista burocratico.
Assessore in merito al San Paolo che lavori sono previsti per le Universiadi?
“Abbiamo chiuso rispettando tutti i protocolli con le ditte assegnatarie e partiremo con i lavori al termine della stagione calcistica”risponde Borriello-i lavori riguarderanno il rifacimento della pista, spalti , bagni ed altro, insomma un vero e proprio rifacimento per rendere il San Paolo un impianto gioiello”chiude l’assessore allo sport.
In pratica tutto sta filando liscio con l’approvazione di Regione e del prefetto Latella che è incaricata di seguire i lavori inerenti alle Universiadi.
Auspicando che dall’incontro in programma domani a Palazzo San Giacomo si possa risolvere la questione Collana.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com