Coach Bartocci “Vietato farsi distrarre da fattori esterni”

Ripartire dalla partita persa dopo due tempi supplementari contro la capolista Monferrato domenica scorsa al Palabarbuto.
Sabato passo indietro sul punteggio e sulla prestazione a Cagliari 98 a 83 il risultato finale in favore dei sardi.
Squadra molto discontinua ma sicuramente giovane quella azzurra con uomini contati ed infortuni che durante la settimana tra malanni di stagione e risentimenti non permette a coach Bartocci di poter ottenere il massimo dai suoi giocatori.
In evidenza Mascolo ed i due americani Turner e Thomas ma in settimana Vangelov ad esempio non si è allenato causa virus influenzale.
Chiediamo a coach Maurizio Bartocci da due mesi al timone della Generazione Vincente Cuore Basket Napoli se la salvezza rappresenta ancora un traguardo possibile alla luce della sconfitta di Cagliari.
“Noi dobbiamo giocare sempre al massimo al di là del risultato finale della partita che disputiamo”risponde Bartocci,ho detto ai ragazzi di onorare la maglia che indossano e su questo viaggiamo sulla stessa lunghezza d’onda della società “continua il coach-sicuramente paghiamo l’inesperienza e la giovane età nonchè la rosa ristretta “chiude il tecnico.
Da quando è giunto a Napoli,Bartocci ha potuto contare sull’intera rosa soltanto in tre o quattro occasioni prima delle rescissioni consensuali ed in ultimo Vangelov e prima ancora Mastroianni non si sono potuti allenare con continuità costringendo il coach casertano ad aumentare il minutaggio dei titolari non potendo disporre di molti ricambi.
“Non cerchiamo scuse,abbiamo giocato bene alla pari con squadre molto più quotate di noi come ad esempio Tortona e Monferrato e come già detto in precedenti occasioni gli errori commessi li abbiamo pagati e li stiamo ancora pagando”chiude il coach.
Come già riportammo la settimana scorsa un aiuto può giungere dalla giustizia sportiva che sta indagando attraverso la Procura Federale(indagini in corso) in merito all’iscrizione al campionato in corso della Viola Reggio Calabria i cui dirigenti avrebbero fornito fidejussioni e firme false che renderebbero irregolare l’iscrizione all’attuale campionato di serie A2.
Se il reato venisse confermato vi sarebbero gli estremi per una retrocessione a tavolino portando il Cuore Basket Napoli ai play out salvezza.
Bartocci,dal tuo punto di vista l’indagine in corso può influenzare le menti dei giocatori nel momento in cui scendono sul parquet?
“Non posso escludere una minima parte di coinvolgimento da parte dei ragazzi, ma come detto prima noi dobbiamo onorare e giocare al meglio al di là di ciò che avverrà sia sul campo che al di fuori “risponde il coach che auspica una veloce soluzione dell’indagine in corso.
“Per fortuna la giustizia sportiva è più rapida di quella ordinaria e spero davvero che le indagini si possano concludere durante il campionato e non a torneo concluso”auspica il coach azzurro,che assicura da parte di tutti di voler credere ancora alla salvezza ed al massimo impegno da parte dei giocatori.
“La società ha chiesto a noi tutti di giocare con professionalità ed impegno ai massimi livelli”afferma Bartocci ovviamente il risultato finale non è scontato ma di sicuro al di là di ciò che avverrà al di fuori del parquet noi daremo il massimo per onorare il torneo”chiude il coach casertano di nascita con un curriculum da far tremare i polsi.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com