Cuore Napoli Basket retrocessa matematicamente ma……..

Con la sconfitta subita ieri sera a Rieti 86 a 64 il Cuore Napoli Basket da l’addio matematicamente alla serie A2 conquistata la scorsa estate.
Solo la sentenza in merito all’irregolarità di Reggio Calabria attesa in settimana potrebbe cambiare l’amaro verdetto in casodi retrocessione a tavolino della compagine calabrese per irregolarità commesse a seguito di fidejussioni presentate con firme false.
Se ciò avvenisse la squadra partenopea parteciperebbe ai play out salvezza,alimentando le possibilità di salvezza.
L’incontro di ieri al Palasojourner è stato equilibrato per la prima parte con i napoletani di coach Bartocci che hanno subito il ritmo dei laziali soprattutto nel quarto tempo chiuso con il parziale di 26 a 11 per i padroni di casa che hanno fatto pesare il netto divario in classifica in virtù di un tasso tecnico e di un roster con maggiori soluzioni tecniche rispetto a quello partenopeo.
La rivoluzione di gennaio due nuovi americani James e Turner al posto di Carter e Basabe e l’arrivo di coach Bartocci non ha sortito gli effetti sperati poichè la situazione appariva già compromessa .
Un roster non all’altezza della categoria,errori di programmazione di valutazione con giocatori esordienti e giovani con scarsa esperienza di categoria,rescissioni consensuali anche con il capitano Maggio,Fioravanti e Gennaro Sorrentino passando per Nikolic e Marzaioli,troppi cambi in corso.
Una stagione partita sotto i peggiori auspici con formazione rimaneggiata per diverse settimane già dalle prime giornate tra infortuni ed assenze varie ne hanno compromesso l’esito finale.
Troppe partite giocate con atteggiamenti rinunciatari non certo di categoria.
Troppo poche quelle giocate bene alla pari dell’avversario con due partite finite ai tempi supplementari perse con dignità.
Senza esito gli sforzi del presidente Ruggiero che durante la stagione ha più volte cercato di spronare la squadra effettuando tutti gli sforzi possibili e sotto il profilo economico e sotto quello umano.
Solo la giustizia sportiva può ora alimentare le speranze di permanenza in serie A2 condannando la Viola Reggio Calabria alla penalizzazione e retrocessione nel corso di questa stagione.
La squadra calabrese per bocca dei dirigenti si dichiara parte lesa ed ovviamente si difenderà come è giusto che sia nelle sedi opportune ma se la retrocessione sarà sancita in modo definitivo la salvezza per il Cuore Napoli Basket ovviamente dovrà passare per le forche caudine dei play off da affrontare con un piglio decisamente diverso da quello mostrato troppe volte nel corso della stagione in corso tenendo conto che la rosa dei giocatori a disposizione di coach Bartocci è alquanto ristretta costringendo dunque il tecnico di origine casertana ad aumentare i minutaggi per ciascun giocatore.
La sentenza è attesa tra domani martedì e mercoledì.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com